Simona Allodi


Per fare questo mestiere, sicuramente non basta avere una predisposizione naturale, ma per esprimere le emozioni che un personaggio richiede bisogna avere un'ottima tecnica per far "muovere" il corpo, modulare la voce e raggiungere certi stati d'animo "a freddo":

  • Diaframma questo sconosciuto
  • Respirazione diaframmatica
  • Lavoro sull’appoggio diaframmatico
  • Vari tipi di respirazione
  • Rilassamento muscolare e vocale
  • Rafforzamento di tutte le casse di risonanza
  • Vari tipi di espirazione e inspirazione (corta-lunga)
  • Lavoro per allineare le corde
  • Attacchi morbidi
  • Uso delle false corde
  • Tecniche per dosare il fiato- per sostenere le finali
  • Appoggio Vocale
  • Lavoro sui vari toni e colori vocali
  • Lavoro su tempo/ritmo
  • Giocare con la voce (alleggerirla-appesantirla-portarla-timbrarla-sussurrarla-soffiarla etc)
  • Lavoro sul proprio centro di gravità
  • Fluidità ritmica
  • Sblocco dei “nodi” emotivi
  • Neutralizzazione delle intonazioni
  • Controllo Intonativo
  • Tecnica della risata e del pianto
  • Rompere il testo
  • Lavoro sul proprio “centro motore”
  • Lettura in movimento
  • Lavoro tipo “radiofonico” su monologhi e scene cinematografiche (rapporto fra i personaggi-conflitti, ritmo interiore-tensione emotiva)